Cookie Policy Ci vuole davvero pazienza o sono altre le abilità che ti servono?
Home » Convinzione » Ci vuole davvero pazienza o sono altre le abilità che ti servono?

Ci vuole davvero pazienza o sono altre le abilità che ti servono?

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci vuole pazienza“, le dicono i colleghi, professionisti con molti anni di esperienza alle spalle nel settore in cui lei si sta inserendo.

«Insomma…» ribatto.

E aggiungo:

«Da un lato capisco cosa vogliono dirti. Dall’altro mi chiedo: cosa stanno facendo per aiutarti ad accelerare il tuo apprendimento?»

Perché, quel pensiero “ci vuole pazienza” lascia un po’ tutto nelle mani del destino

“Ci vuole pazienza” ti sembra molto diverso da “bisogna accontentarsi“?

“La pazienza è la virtù di chi ha tempo da perdere.”

Roberto Gervaso

Ci vuole pazienza o ci vuole l'allenamento giusto per sviluppare l'abilità che mi serve?

Problema: qui c’è di mezzo un lavoro (e dunque anche un reddito).

C’è di mezzo la propria immagine come professionista di fronte ad altre persone (e dunque anche una leva che può far crescere le proprie entrate o, nel peggiore dei casi, azzerarle).

C’è di mezzo anche la fiducia nelle proprie capacità: davvero tutto dipende dalla pazienza? Perché lei, mentre le ricordano che ci vuole pazienza, sta anche accumulando una serie di prove negative che le fanno credere di non essere portata e che sia meglio dedicarsi ad altro.

Mi sfiora il pensiero che i colleghi non siano tanto in buona fede, lo confesso, e che abbiano secondi fini, boicottando una ragazza che potrebbe far loro le scarpe nel breve periodo.

“La pazienza dei popoli è la mangiatoia dei tiranni.”

Emilio De Marchi

«Creiamoci una palestra, una situazione in cui tu puoi allenarti con, oltretutto, la serenità di poter sbagliare. Qualcosa che non sia a contatto con quelle persone e nemmeno con i tuoi clienti, ma che abbia tutte le caratteristiche dell’abilità che ti serve»

E l’abbiamo costruita, sì.

Perché, quando si è capaci di porsi le domande giuste, si scopre che siamo circondati di situazioni in cui allenarci per i nostri obiettivi e senza che gli altri nemmeno se ne accorgano.

E infatti, guarda caso, dopo qualche giorno di allenamento, si scopre che la pazienza non c’entra nulla.

C’entra il chiedermi:

come posso allenare questa abilità che mi manca?

C’entra la creatività nella risposta.

Così come c’entra l’avere la forza di mettere in discussione l’opinione degli altri, perché nessuno è infallibile e perché tutti possiamo migliorare.

C’entra l’avere qualcuno che ti aiuta a capire che quel pensiero si è insinuato nella tua mente, ti sta rallentando, ti sta bloccando.

Tutto questo c’entra così tanto che nel giro di una settimana le sono lievitati:

  • il lavoro,
  • la fiducia in sé,
  • l’entusiasmo per la vita.

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su