Cookie Policy Critica Archivi ⋆ Pagina 2 di 7 ⋆ Storie di Coaching
Home » Obiettivo » Critica » Pagina 2

Critica

Passare a un livello superiore

Le condizioni possono cambiare in negativo, è un dato di fatto. Quando si diventa consapevoli del terreno perso sorge anche la necessità di passare a un livello superiore che possa ripristinare i benefici precedenti al cambiamento e, magari, aggiungerne altri nuovi. «Non guadagno abbastanza per essere soddisfatto rispetto ai parametri che avevo una volta. C’è …

Passare a un livello superiore Leggi tutto »

Metterci tanto impegno ma raccogliere risultati insoddisfacenti

“Non ne posso più di metterci tutto questo impegno e non avere risultati o raccogliere solo delle briciole.” La verità è che l’impegno è un valore difficile da quantificare e misurare. Sì, ci sono dei parametri che possono essere inequivocabili, ma tutto l’aspetto mentale è tanto rilevante quanto difficile da rilevare. Quando mi metto a …

Metterci tanto impegno ma raccogliere risultati insoddisfacenti Leggi tutto »

Vuoi emozionare eppure qualcosa ti impedisce di riuscirci davvero

Ci sono situazioni in cui desideriamo emozionare gli altri. Vogliamo fortemente far cambiare stato emotivo a chi ci ascolta, ci legge, ci guarda. Vogliamo vedere, belli nitidi, i segnali dello stupore, della commozione, della gioia, dell’eccitazione. Emozionare equivale anche a “far muovere” (“motivare a”): verso di noi o lontano da noi. Dipende dall’emozione che abbiamo …

Vuoi emozionare eppure qualcosa ti impedisce di riuscirci davvero Leggi tutto »

Alla tua età io avevo già… Da rimprovero che avvilisce a stimolo a costruire

“Alla tua età io avevo già…” è un rimprovero che ti senti rivolgere da più direzioni. Non che tu sia così “fuori tempo” per i tempi odierni ma te lo senti ripetere comunque. “Alla tua età io … ero già già sposata/o. … avevo già (x) figli. … avevo già un lavoro fisso. … ero …

Alla tua età io avevo già… Da rimprovero che avvilisce a stimolo a costruire Leggi tutto »

Non ho fatto niente di eccezionale: da pensiero demoralizzante a stimolo per migliorare

“Non ho fatto niente di eccezionale“ è un pensiero che attraversa la mente di tante persone. Anche la tua? Se ti può consolare questo è Murakami Haruki, dopo aver terminato la sua prima opera: “Aveva bene o male la struttura di un romanzo, ma non era interessante e non suscitava alcuna emozione. Se questa era …

Non ho fatto niente di eccezionale: da pensiero demoralizzante a stimolo per migliorare Leggi tutto »

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su