Cookie Policy Passare a un livello superiore ⋆ Storie di Coaching
Home » Obiettivo » Visione » Passare a un livello superiore

Passare a un livello superiore

Tempo di lettura: 3 minuti

Le condizioni possono cambiare in negativo, è un dato di fatto. Quando si diventa consapevoli del terreno perso sorge anche la necessità di passare a un livello superiore che possa ripristinare i benefici precedenti al cambiamento e, magari, aggiungerne altri nuovi.

Passare a livello superiore

Photo by James Healy on Unsplash

«Non guadagno abbastanza per essere soddisfatto rispetto ai parametri che avevo una volta. C’è poco da fare, con il quadro clienti che avevo e che attualmente non ci sono più perché hanno deciso di non fare più… Forse il mercato a cui mi sono sempre rivolto non è pronto.»

Se guardi al tuo futuro professionale, cosa vedi?

«Non ho una visione. Non ho idea di quale sia il “livello superiore” …»

«Per fare il salto devi vedere dove atterrerai, calcolare la distanza, misurare la forza necessaria, capire quanta potenza hai già nelle gambe e quanta ne devi allenare per avere la certezza di non restare a metà strada ed evitare di finire il volo senza arrivare dall’altra parte (e magari prendere una sonora botta).»

Corruga la fronte all’idea di farsi male.

Come sarà il tuo tenore di vita, quando avrai fatto lo scatto?

Come sarà il tuo stile di vita, quando avrai fatto il salto di qualità?

E la tua giornata professionale?

Man mano che risponde comincia a prendere forma quel “livello superiore” di cui sembrava non avere idea.

Ma c’è un grosso “ma”.

Mentre ragioniamo su tutto questo, spesso borbotta fra sé e sé:

“È una cagata”.

Glielo faccio notare, sogghigna e ribatte:

«Mia moglie mi dice spesso: “Sei del partito del no!”»

«Ha ragione! Le critiche così espresse (verso te stesso, verso le tue idee, verso gli altri) hanno un impatto emotivo molto forte (demotivano, fanno arrabbiare, alzano muri, …) e impediscono di passare alla fase costruttiva o la intralciano continuamente.

Il risultato è, come hai visto, che i progetti non avanzano o avanzano con una lentezza che non ci si può permettere di questi tempi. Infatti, ti sei preoccupato perché eri praticamente fermo e hai deciso di contattarmi.»

Non può passare al livello superiore senza gli strumenti adeguati per gestire la sua mente

Un livello superiore richiede una mentalità superiore. Gli spiego come utilizzare una tecnica per gestire la critica.

Attraverso una serie di passaggi e domande appropriate passerà dal bocciare le sue stesse idee alla condizione “posso/potrei…”, in pratica una versione migliorata del suo obiettivo iniziale perché tiene conto anche della critica emersa in corso d’opera (che ha sempre un pregio, se si sa trovarlo).

Gli chiedo quanto tempo ci avrebbe messo senza questo strumento.

«1 giorno, mi ci sarei rimesso il giorno dopo.»

«E così? Quanto tempo ci abbiamo messo?»

«5 minuti!»

1 giorno contro 5 minuti non è poco. E non è neppure questione di

“A me non capita! Io non faccio così!”

La verità è che nella libera professione, dove bisogna autogestirsi, è facilissimo perdere intere giornate dietro a un problema perché non ci si rende conto delle critiche che si stanno ponendo alle soluzioni trovate.

“1 giorno” è il tempo perso per quel “che cagata!”, “5 minuti” è il tempo necessario per vedere come trasformare la “cagata” in letame per concimare la soluzione.

“5 minuti” contro “1 giorno” fa la differenza fra i progetti che avanzano e i progetti fermi, fra la frustrazione di non arrivare mai e la gioia di aver concretizzato, fra il vedersi passare avanti gli altri ed essere al primo posto al momento dell’arrivo.

«Devi usare tantissimo questo strumento di gestione della critica.

Come ti accorgi che non ti serve? Avanzi con i lavori.

Come ti accorgi che devi usarlo? Sei arenato, stai rimandando, sei dispersivo, … Significa che hai una critica che ti gira in testa e devi prenderla per le corna prima che ti stenda.

Le prime (molte) volte che usi questo strumento è molto difficile, per tutti.

Io, ovviamente, sono a tua disposizione per aiutarti. Ogni volta che ti confronterai con me, io ti farò vedere come accedere a un livello superiore al precedente.»

Share this:

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su