Cookie Policy Quando le risorse necessarie non sono disponibili ⋆ Storie di Coaching
Home » Obiettivo » Quando le risorse necessarie non sono disponibili

Quando le risorse necessarie non sono disponibili

Tempo di lettura: 3 minuti

Uno dei passaggi fondamentali per definire un obiettivo è quello in cui ti chiedi quali risorse sono necessarie per realizzarlo.

storie di coaching risorse necessarie e risorse disponibili
Photo by rawpixel

Cosa sono le risorse?

Molte persone si fermano immediatamente a pensare solo ai soldi. In realtà questo è un punto di vista molto limitante.

Possiamo suddividere le risorse in tre grandi gruppi:

  • economiche, cioè denaro e ricchezze materiali;
  • di tipo sociale e culturale, cioè le conoscenze e la considerazione che ricevi dagli altri;
  • di potere, cioè la possibilità di condizionare il comportamento o le decisioni degli altri.

Quali combinazioni sono possibili?

Esistono persone con molto denaro, molto potere, molta cultura, molto rispettate? Sì.

E persone con poco denaro, poco potere, poca cultura, poco rispettate? Sì.

Smettendo di ragionare per estremi, esistono delle vie di mezzo?

Molto denaro + poco potere + poca cultura + poco rispetto? Sì.

Poco denaro + molta cultura + molto potere + molto rispetto? Sì.

Abbastanza potere + poco rispetto + cultura media + molto denaro? Sì.

Non tutte queste le risorse sono necessarie a tutti e nella stessa misura. Dipende dalle proprie scelte di vita.

Ci sono persone che sono felici con una quantità di denaro che, invece, farebbe andare in ansia altre; ci sono persone che si allarmano se non hanno letto un numero sufficiente di libri e altre che non ne hanno mai aperto uno nell’ultimo anno; il potere è visto negativamente da molti, ma c’è anche chi sa usarlo in modo costruttivo.

Una cosa è certa: un obiettivo ti obbliga a migliorare e questo significa che ti costringe anche a mettere mano alle risorse.

Per alzare il tiro nella tua vita, anche di poco, non ti bastano più le risorse che hai sempre avuto, devi allargare il tuo ventaglio di possibilità da mettere in gioco.

E se non hai proprio la risorsa che ti serve?

Cosa ti manca?

  • Soldi da investire nel tuo progetto?
  • Cultura, nozioni, informazioni?
  • PR, conoscenze, supporto morale/emotivo?
  • Potere, leadership?

Qualunque sia la tua risposta, acquisire quella risorsa è diventato il tuo obiettivo di brevissimo periodo all’interno di un obiettivo con una scadenza più lontana nel tempo.

Ora, quali risorse ti servono per ottenere quella risorsa?

(Perdona la ripetizione ma è necessaria)

Qui la faccenda diventa interessante e creativa.

A questo punto la tua mente esce dalla prospettiva “non ce l’ho” (e di conseguenza “non si può fare”) e comincia a chiedersi:

“Come posso fare per avere quella risorsa che è indispensabile per il mio progetto?”

storie di coaching risorse disponibili e risorse necessarie
Photo by rawpixel

Dopodiché succede anche altro.

La tua mente (sempre lei, quella che prima era ferma e pessimista), comincia a creare combinazioni fra risorse (già disponibili) per arrivare alla risorsa (indisponibile).

Comincia a vedere nessi logici che ora le sembrano banali e scontati, ma che prima non aveva assolutamente preso in considerazione perché si era fermata a “non ce l’ho”.

Certo, può capitarti di trovare una soluzione temporanea e di scoprire che non hai neppure quella.

E allora anche questa diventa un obiettivo che è il presupposto per avere la prima risorsa che ti serviva per partire con l’altro obiettivo da cui tutto questo era scaturito.

C’è sempre una risorsa che hai già da cui puoi partire.

C’è sempre una combinazione che ti porta a ottenerne altre che ti sembravano irraggiungibili.

Share this:

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su