Cookie Policy Hai superato la paura dell'abbandono imparando a calibrare le persone
Home » Emozioni » Solitudine » Hai superato la paura dell’abbandono imparando a calibrare le persone

Hai superato la paura dell’abbandono imparando a calibrare le persone

Tempo di lettura: 2 minuti

Oggi posso urlarlo: HAI SUPERATO LA PAURA DELL’ABBANDONO!

Abbandono

Medito questo post da diversi mesi. Sinceramente, non vedevo l’ora di poterlo scrivere. 

Ci sono stati altri momenti in cui ho avuto la tentazione di farlo, ma c’era ancora qualcosa da sistemare e non potevamo ancora cantare vittoria.

È stato un percorso difficile, anche per me, non lo nego.

Ti ricordi quando avevi deciso di chiudere il percorso di coaching per paura che ti abbandonassi anch’io? [Della serie: “prevenire è meglio che curare”]

Aveva una sua logica: se non ti fidi di nessuno, se non ti apri a nessuno, nessuno potrà mai deluderti.

Sì però, la qualità della vita, era scarsa…

È stato allora che abbiamo scoperto di che per superare la paura dell’abbandono dovevi imparare a calibrare le persone.

Hai capito che ci sono diversi livelli di legame: con qualcuno puoi spingerti solo fino ad un certo punto, con altri puoi andare oltre, con altri ancora più in là.

Hai preso consapevolezza che molto dipende da te: dal tuo saper “misurare” gli altri ed impostare i rapporti di conseguenza, dal tuo impegnarti a controllare i risultati che stavi ottenendo e dalla tua determinazione nel correggere il tiro. In un processo continuo che ha rinforzato la tua fiducia anche in te, nel saper scegliere le persone che volevi nella tua vita, invece di allontanarle a prescindere o di subire quelle che c’erano già.

E quando invece hai accampato la paura che il coaching diventasse una dipendenza?

Anche quella ho dovuto sentire, già. E invece, hai visto? Sono sempre stata la prima a volere la tua indipendenza. Quando l’hai capito anche tu, gambe in spalla, hai ricominciato a lavorare su di te, con tenacia.

E finalmente, è arrivata quella persona che ha deciso di portare l’amore nella tua vita. Spiazzante e inaspettato. Hai dovuto rimettere ordine in quello che credevi, è vero. Ma ti ha anche fatto assaporare il vero gusto della vita. E hai potuto gustartelo proprio perché avevi già lasciato la paura dell’abbandono dietro di te.

E ora, permettimi di sottolineare un concetto che credo si sia perso nelle nostre conversazioni.

Partivi da una situazione pesante.

Non sai quante volte mi sono chiesta che cosa avrei fatto se fossi stata al tuo posto. E ogni volta ti stimavo per come avevi comunque affrontato la vita (che non è affatto cosa comune e questo lo sai!).

Eppure credo che sia proprio questa la tua forza: il saper sempre trovare il modo per riemergere dalle situazioni, per quanto dolorose e difficili possano essere. È stato questo a farti crescere, a farti imparare ogni volta qualcosa di nuovo su di te e sul mondo.

Perciò, io sono serena quando mi racconti delle ingiustizie che vedi sugli altri e mi dici:

“Coach, piove sempre sul bagnato!”

Perché so che hanno te vicino. E so che troverai un modo per essere di esempio anche per loro magari trasmettendo lo stesso insegnamento che è stato utile a te per lasciare la paura dell’abbandono dietro alle tue spalle, come qualcosa che ha fatto parte della tua vita ma ti ha anche reso una persona migliore, meritevole e consapevole di esserlo.

Orgogliosa di te, ti abbraccio forte!

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su