Cookie Policy Le abitudini e la zona di comfort
Home » Obiettivo » Zona di comfort » Le abitudini e la zona di comfort

Le abitudini e la zona di comfort

Tempo di lettura: 2 minuti

Probabilmente hai già sentito parlare di abitudini. Molto spesso vengono etichettate come qualcosa di esclusivamente negativo. Nella realtà non sono né giuste né sbagliate. Dipende da come le utilizziamo.

Le abitudini e la zona di comfort

Da un lato ci semplificano la vita. Ci risparmiamo tempo, ci facilitano alcune decisioni.

D’altro canto, possono diventare anche dei limiti. Smettiamo di utilizzare tutti i sensi, limitiamo le nostre capacità di ragionamento, riduciamo le nostre abilità a quelle che già possediamo e non ci stimoliamo ad acquisirne altre.

Ho visto persone abituarsi ai problemi, all’infelicità, alle difficoltà, alle proprie paure. Queste sono le abitudini peggiori.

L’abitudine e la zona di comfort sono strettamente connesse. Si condizionano ed alimentano vicendevolmente.

Come uscire dalla zona di comfort?

Come dice giustamente Mark Twain:

L’abitudine è l’abitudine, e nessun uomo può buttarla dalla finestra; se mai la si può sospingere giù per le scale, un gradino alla volta.

E allora cominciamo…

  • inserisci dei cibi nuovi nella tua alimentazione

  • introduci letture su argomenti che di solito non ti interessano

  • ascolta musica diversa

  • cambia mezzo di spostamento

  • introduci nuove convinzioni

  • prendi decisioni nuove che ti facciano crescere

  • trova un modo per superare le tue paure

  • fai una lista di tutto ciò che accetti e dovresti smettere di accettare perché ti impedisce di crescere

Consolidare le nuove abitudini

Spesso il rischio è che tutto questo si realizzi solo per un paio di giorni (quelli dell’entusiasmo iniziale) e poi si ricada nei vecchi schemi.

È capitato a tutti. (A questo proposito, mi permetto di suggerirti un altro post che ti spiega perché i buoni propositi non funzionano)

Per questo è necessario che ogni azione per uscire dalla zona di comfort si trasformi in un obiettivo, chiaramente definito e sostenuto da un buon piano d’azione.

Se non sai come fare, puoi contattarmi e chiedermi chiarimenti.

L’essenziale è uscirne al più presto: c’è tanta bellezza là fuori, che ti aspetta! 🙂

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su