Cookie Policy Strani percorsi mentali e nuove strade da intraprendere
Home » Convinzione » Strani percorsi mentali e nuove strade da intraprendere

Strani percorsi mentali e nuove strade da intraprendere

Tempo di lettura: 2 minuti

Quei percorsi mentali che conosci bene.

Quel tuo pensiero ricorrente, che non vorresti.

Strani percorsi mentaliQuella tua convinzione che rivivi spesso e che ti disturba.

Ce l’hai bene in mente, vero?

Certo! A furia di pensarla e ripensarla…

A forza di percorrerla e ripercorrerla, ti ha fatto dimenticare altre strade possibili, nella tua mente.

Alcune volte, imbocchi quella strada anche in momenti in cui, apparentemente, non serve a nulla.  Magari te lo chiedi anche:

“Cosa diavolo c’entra anche questa volta?”

Come dico sempre, ogni convinzione ha un’intenzione positiva.

Come sono nati quei percorsi mentali?

Quella strada, che ora non ti aiuta, è nata come tutte.  A qualcosa serviva.

A collegare due paesi, a trasportare cose o persone, a scappare, ad avventurarti in nuove terre, …

Poi, senza rendertene conto, l’hai portata in mille altre situazioni della vita.

Il problema è che quella strada aveva una funzione in un contesto specifico. Averla generalizzata ad altri non porta gli stessi risultati.

Non puoi prendere la strada per andare a Milano, se devi andare a Roma.

E tu mi risponderai:

“Vabbè, questo è scontato!”

Non per la tua mente…

La prima volta che hai fatto quella strada, hai ottenuto quello che desideravi. L’hai ripercorsa di nuovo, ed è andata ancora bene. Ti si è rafforzata l’idea che fosse una strada universalmente valida. La strada si è allargata, è diventata molto trafficata, a tutte le ore.

Perché è difficile capire da soli qual era l’intenzione positiva che ha originato tutto?

Perché a quel primo pensiero (che funzionava benissimo), hanno contribuito tanti altri e l’hanno modificato.

In funzione di ogni esperienza che hai attraversato nella tua vita, hai costruito altri pensieri, che l’hanno stravolto così tanto, che ora stenti a riconoscere che possa esserti utile a qualcosa!

Parole che parlano di parole che parlano di parole. Le hai create tu, le hai mischiate tu, le credi vere. Perciò ti serve qualcuno che ti aiuti a vedere il bandolo della matassa in un momento in cui credi sia impossibile sbrogliare tutto. Ma è impossibile solo nella tua percezione del problema.

Perché è importante individuare l’intenzione positiva?

Per conservarla! Se è positiva… Perché dovresti cambiarla?

Devi solo trovare un modo diverso per soddisfarla… Per ripristinare l’utilità originaria!

E ora dillo:

“Non ci credo!”

Ti rispondo:

“Come tutti quelli, prima di te, che ci sono passati (me compresa)!”

Ma arriva quel momento in cui la goccia fa traboccare il vaso e allora si tenta anche una nuova strategia, diversa da quelle che hai sempre conosciuto.  Il coaching, per esempio.

Share this:

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su