Cookie Policy Voglio trovare il modo per farmi capire dalle persone a cui tengo
Home » Migliorare » Voglio trovare il modo per farmi capire

Voglio trovare il modo per farmi capire

Tempo di lettura: 2 minuti

Perché non riesco a trovare il modo per farmi capire?

Ho parlato con mia mamma.  È solo capace di fare commenti acidi. Riesce solo a farmi notare quello che sbaglio. Glielo leggo negli occhi tutte le volte! Secondo lei, io faccio tutto male, mentre lei fa tutto bene! Mi aspettavo un po’ di comprensione per tutto quello che sto passando, invece mi tratta come se fosse tutta colpa mia… Mi sembra quasi di avere degli oppositori in casa…”

Quanti altri sono nella sua stessa situazione?

Chi di noi non ha un “giudice” al proprio operato?

“Hai detto “comprensione“.  Che cosa intendi per “comprensione”? Quando ti senti compresa?”

“Oh coach! Quanto ti detesto quando fai così! La comprensione è la comprensione! Cosa vuoi che sia la comprensione?”

“Certo! E l’amore è l’amore… La felicità è la felicità… La tristezza è la tristezza…! Quanto vogliamo andare avanti così? Ognuno ha i suoi criteri per sentirsi innamorato, i suoi criteri per sentirsi felice, i suoi criteri per sentirsi triste.  Ognuno di noi è diverso.  E spesso l’insoddisfazione nasce proprio dal fatto che non si conoscono i criteri che soddisfano i propri valori… Ma se preferisci sentirti frustrata perché nessuno ti capisce… Ok… Evidentemente non è un problema così grande…”

So benissimo che la sto sfidando. Ma non è la prima volta che ci relazioniamo.

Del resto è stato proprio l’essere testarda (quando non serve) ad averla portata proprio ad avere le situazioni da cui vuole uscire in questo momento.

Ma sta imparando a utilizzare questa sua caratteristica in modo positivo.  E me lo dimostra:

Il primo passo per farmi capire

“…Allora… Essere compresa vuol dire che le persone capiscono i miei problemi, che non mi giudicano, che mi sono vicine…”

“Ora si ragiona, finalmente!  E quali caratteristiche/abilità devono avere le persone per poter capire i tuoi problemi, esserti vicine, ecc ecc…?

“Devono saper ascoltare prima di tutto, devono sapersi mettere nei miei panni, devono essere sensibili ai problemi delle persone…”.

“Bene. Le persone che hai vicino sanno ascoltare gli altri? Tua mamma sa ascoltare? Sa mettersi nei tuoi panni?”

“Noooo”.

“E tuo padre?”

“Assolutamente no!”

“E tuo marito?”

“Ma scherzi??! Lui pensa solo al suo lavoro!”

“Dunque? È come se chiedessi ad una nonnina di 100 anni di fare la spaccata… E ti arrabbiassi perché non riesce a farla…”.

Lei scoppia a ridere!

Nessuno di loro è capace di fare ciò che lei si aspetta

“Stai chiedendo qualcosa che non è nelle loro caratteristiche. Nessuno glielo ha mai insegnato oppure, nella loro vita, non ne hanno mai avuto bisogno…

Mi interrompe:

“Hai ragione! Mi arrabbiavo perché sembrava che lo facessero apposta! Adesso capisco che non me la devo prendere. Non sono capaci, tutto qui! Era così semplice!”

Già. “Semplice“, se sai ampliare i tuoi punti di vista e se sai uscire dai tuoi stessi preconcetti sugli altri.

“Però, coach… Questo l’ho capito e non la prendo più sul personale. Ma come posso trovare il modo per farmi capire davvero?

“Dobbiamo definire meglio il tuo obiettivo e poi il piano d’azione per realizzarlo. Rimbocchiamoci le maniche! C’è tanto lavoro da fare!


Se ti interessa questo argomento, leggi anche: “Impara a farti ascoltare”, articolo di Silvia Finazzi scritto con la mia consulenza, pubblicato sul n° 46 anno 27 del 09 novembre 2018 di ViverSani e Belli. Qui trovi il pdf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter!

Ogni settimana un nuovo articolo con l’aggiornamento di un percorso.

error: Content is protected !!
Torna su