Abilità dei grandi leader è saper intercettare i segnali del cambiamento

Un’abilità dei grandi leader è saper intercettare i segnali del cambiamento. Coloro che non sanno farlo sperimentano conseguenze molto evidenti:

  • Perdono clienti/seguito/posizioni sul mercato
  • Non riescono a conservare o a raggiungere il successo
  • Non sono in grado di proporre nuovi prodotti o nuove idee (lasciando involontariamente spazio alla concorrenza)
  • Non sanno essere lungimiranti (non si rendono conto di perdere terreno e non preparano alternative)

Probabilmente hai già visto in azione la loro abilità di cogliere i segnali. Appartiene a uomini e donne sempre sintonizzati:

  • Danno valore a quella parola carpita fra discorsi apparentemente insignificanti;
  • Provano curiosità, per qualsiasi cosa;
  • Hanno conoscenze variegate;
  • Sanno ascoltare i propri malumori sapendo che servono a metterli in allerta su qualcosa che stanno trascurando, dimenticando, sottovalutando.
  • Sanno dare valore al silenzio (riconoscendolo come indicatore di qualcosa)

Per tenersi allertati, si fanno domande come:

  • “Uhm… Tizio ha cambiato posizione su quell’argomento. Cosa gli avrà fatto cambiare idea?”
  • “Uhm… È già la terza volta che mi viene fatto notare che…”
  • “Uhm… So poco e nulla a proposito di…”

Qualsiasi obiettivo tu abbia questa è un’abilità che serve anche al leader che è in te.

Se vuoi diventare la massima autorità nel tuo settore, ti serve perché devi saper ascoltare i tuoi clienti e cogliere i movimenti della concorrenza.

Se vuoi migliorare il tuo aspetto fisico, ti serve perché devi saper captare i segnali del tuo corpo ogni volta che intervieni.

Se vuoi guidare un gruppo, ti serve perché devi saper cogliere i malumori che ti tengono nascosti per senso del rispetto, per paura di tue ripercussioni, per non ferirti, …

Se vuoi vincere una trattativa, ti serve perché devi saper capire quali informazioni i tuoi avversari ti stanno occultando.

Se vuoi sedurre qualcuno, ti serve perché devi conoscere i suoi interessi, cosa teme, cosa si aspetta, cosa sogna.

Potrei andare avanti tutto il giorno con esempi di situazioni in cui puoi essere leader a patto che tu decida di esserlo.

Perché un errore che facciamo spesso è quello di pensare che certe abilità servano solo a chi ricopre certe posizioni, dimenticando che, se ricopre quelle posizioni, è proprio perché ha una mentalità vincente che l’ha portato fin lì.

Come costruire o migliorare l’abilità di intercettare.

“Si tratta di attivare un processo mentale, di attivare lo sguardo e cominciare a scoprire nella realtà cose che prima non si vedevano, anche dando agli oggetti, agli elementi della realtà un altro significato. Attivare un campo di attenzione diverso.”

[da “Lezioni di fotografia”, Luigi Ghirri]

Ho pensato di aiutarti ad attivare un “campo di attenzione diverso” con una mappa mentale che è una bozza perfettibile e che va certamente personalizzata oltre che completata. Ma è una struttura certamente valida e da cui puoi partire per inserire i tuoi dettagli.Storie di coaching mappa mentale leader abilità intercettarePrendila e fanne ciò che vuoi. Quando vorrai farmi sapere se ti è stata utile e come, sarò felice di ascoltarti! Nel mentre, buona crescita!

libri e ebook
Libri, ebook, taccuino del cambiamento
Vota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *