Oltre l’orizzonte che il tuo sguardo può abbracciare

Ehi coach ciao! Devo dirti una cosa. La prima volta che metti il naso fuori dalla tua zona di comfort scopri che il mondo è molto più grande e decisamente più bello di come te lo eri immaginato.

Ma quando ti spingi oltre, perché vuoi andare a vedere cosa c’è oltre l’orizzonte che il tuo sguardo può abbracciare, scopri lo spettacolo della vita nella sua disarmante bellezza e unicità: quel mondo allora sembra essere lì solo per te. 

Mi rimane una domanda: ma oltre?

Mia cara…

Oltre l'orizzonte fuori dalla zona di comfort

Io ti ho risposto in chat, ma ho bisogno di aggiungere qualcosa anche qui, pubblicamente.

Ne ho bisogno perché in questo blog ci sono molti articoli dedicati a te e perché so che più volte tornavi a rileggerli nei periodi in cui non ci sentivamo, in cui (giustamente) dovevi fare da sola e io potevo solo aspettare, piena di fiducia in te.

Ecco, come ci sono gli articoli dei momenti difficili che ci siamo lasciate alle spalle, io credo sia giusto ci sia anche questo che segna un altro traguardo.

Sappi che mentre scrivo, io sto sorridendo e piangendo contemporaneamente.

Sorrido perché non vedevo l’ora di sentire queste parole.

Piango perché non vedevo l’ora di sentire queste parole.

Ah già, è lo stesso motivo.

Quant’era tenace la tua zona di comfort nell’impedirti di guardare oltre l’orizzonte!

Io e te sappiamo quante partite abbiamo perso insieme, quanti “allenamenti” ci siamo sudate, quante volte ci siamo detestate e mandate a quel paese sapendo che pure quello era necessario e giusto.

Solo io e te sappiamo quanti schemi abbiamo cambiato, sempre puntando là, avanti, oltre l’orizzonte che il tuo sguardo non voleva vedere, non voleva pensare possibile.

Solo noi sappiamo quanto ci ho creduto. So quanto sia stato determinante in quei momenti in cui eri pronta a mollare. Lo so perché ricordo bene cosa mi ripetevo:

“Paola, ha bisogno di sapere che tu ci credi ancora che possa farcela!”

Tu sentivi la mia determinazione e la mia forza.

Da quelle mie caratteristiche, tiravi fuori le tue. Che sono molto più grandi delle mie, oltretutto. Te ne eri solo dimenticata!

Ripartivi.

Meglio, però.

Ogni volta meglio.

La morale di tutto ciò è una e una sola:

La coach ha sempre ragione!

Questo tuo tentativo di rubarmi lo scettro, è già destinato a fallire! Penso sia l’unico obiettivo che non potrai mai raggiungere, l’unica partita che non potrai mai portare a casa. Rassegnati! (Rido, rido, rido!)

Io vedrò sempre qualcosa in più di te rispetto a ciò che vedi tu di te. Per quanto il tuo sguardo abbia imparato a spingersi oltre, io vedrò sempre un orizzonte più in là di quel che riesci a concepire tu.

Vuoi sfidarmi?

Vuoi dimostrarmi di aver più ragione di me?

Desideri dimostrarmi di poter raggiungere così tanta bellezza e benessere che neppure io riesco ad immaginarmelo?

Va bene.

Dimostramelo.

Sarà bellissimo perdere.

Goditi quello spettacolo della vita che non sembra lì solo ed esclusivamente per te!

È lì solo ed esclusivamente per te! E te lo sei meritata tutto! ♥

La tua coach, onorata di averti accompagnata fin qui! ♥

 

Vota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *